SCOPRI LO STATO DI SALUTE DELLA COMUNICAZIONE DELLA TUA AZIENDA

Un servizio veloce e libero da condizionamenti. Per farti scoprire se la tua azienda comunica in modo corretto ed efficace.

Cos'è ADjust

ADjust è un servizio innovativo di advisoring che viene applicato su tutta la comunicazione messa in atto dalle aziende …

Perché nasce ADjust

Piccole e medie imprese, rispetto alle grandi, ottengono risultati di crescita molto più bassi in proporzione di quanto in genere una corretta comunicazione sia capace di …

Come funziona ADjust

Il servizio consiste nella verifica e nell’analisi critica da parte dell’advisor delle azioni di comunicazione, delle strategie, dei contenuti, della forma e dei mezzi …

ADjust per il NoProfit

Ottimizzare le raccolte fondi, veicolare al meglio i messaggi e le finalità, spesso queste priorità vengono tralasciate. Con Adjust invece …

anche la vostra comunicazione deve rendere

La vostra comunicazione è un prodotto che vende un prodotto. Se non è chiara e precisa non è efficace.

E se non è efficace rappresenta uno spreco doppio perché avete pagato per produrla e diffonderla e in più non funziona per quello che è nata per fare. Spesso questo spreco deriva da piccoli particolari, correggibili spesso in corso d’opera, che ADJUST vi aiuta a identificare. Particolari spesso nascosti sia nella comunicazione che avete prodotto sia in quella che avete mancato di manifestare.

Se il ritorno della vostra comunicazione non è quello atteso qualche motivo ci sarà. Quale? Dove si trova?

Con ADjust è possibile scoprirlo attraverso un vero e proprio check-up della vostra comunicazione che conviene richiedere anche in forma preventiva, per rendere l’intervento ancora più performante.

L’occhio di ADJUST, attento, veloce, economico, professionale, indipendente e soprattutto “esterno” identifica difetti che cliente e agenzia non riescono a vedere perché troppo coinvolti nella spesa e nella produzione creativa. Succede più frequentemente di quello che si possa pensare, sia nelle grandi che nelle piccole realtà.

ADJUST vi consente quindi di identificare cosa e dove “aggiustare” la vostra comunicazione affinché stimoli

  • il consolidamento del business
  • l’incremento delle vendite
  • il migliore o più corretto posizionamento della propria marca o del prodotto
  • l’aumento di notorietà dell’azienda

Non c’è motivo per non ricorrere ad ADJUST. Costerebbe di più rinunciarci. Vi aspettiamo.

le nostre ultime pillole di check-up

Il latte è bello!? Ferrero fetta al latte

In questo spot la voce fuori campo dei bimbi dice che “il latte è una cosa bella, bianca come una stella” e che “fetta al latte è una cosa buona”! Che tipo si segnale passa? Che al latte si attribuiscono solo qualità estetiche (con il chiaro intento di farlo ripetere dai bambini “all’ascolto”) mentre l’indice di bontà slitta verso la merendina. In questo modo si educano i bimbi ad un uso scorretto anche dell’italiano per quanto riguarda il latte. Il pensiero proviene da adulti che fanno parlare bambini. Un uso scorretto dello strumento almeno quanto quello di suggerire strumentalmente la bontà di un prodotto inserendolo in contesti di allegria e affetti per nulla collegabili alle qualità del prodotto e che sono tutte da... read more

DURACELL. Una carica residua dura da capire lunga da spiegare

A mettersi d’impegno si intuisce dallo spot in onda che la pila Duracell può essere ancora utilizzata alla fine della carica inserendola in apparecchi più piccoli e che richiedono meno potenza. Questa scelta è possibile grazie al visualizzatore di carica residua. Ma, come dicevamo all’inizio, per capirlo ci vuole molta buona volontà e la prontezza di leggere un testo poco leggibile in sovra-impressione. L’uso dei pupazzi animati porta via tempo e modo di spiegare il beneficio. Alla fine si capisce solo che dura di più, che però non è una novità. Non si riesce invece a cogliere il motivo per cui è stato fatto lo spot. Da... read more

Più lo conosci e più ti piace… se riesci a vederlo. Il gorgonzola.

Basandosi sulla presunta notorietà di un cuoco viene tentata la visione di ricette in cui appare anche il gorgonzola. Ma ahimè, l’evidente abitudine alla nouvelle cousine di questo cuoco non viene preventivamente concordata con l’addetto alla fotografia. Risultato: i tempi di visione dei vari piatti presentati nei vari spot e la presunta arte di impiattare con minimalismo impediscono di vedere non solo il gorgonzola ma anche di capire se gli ingredienti dichiarati ci siano nel piatto che, oggettivamente, appare un oggetto misterioso. Oltretutto, l’evidente minimalismo suggerisce un utilizzo minimo dell’ingrediente... read more

Stato di abbandono. Spot TIM con PIF. Uso intelligente della rete per salvare gli animali.

Anche qui l’azienda considera di usare il mondo animale per argomentare l’uso intelligente che si può fare della rete. Fin qui tutto bene. Ma la voce fuori campo di PIF (nella versione dei primi di settembre) dice “… ogni anno in Italia si abbandonano migliaia di cani …”. Questa frase, anche se l’intento è chiaro e lodevole, è formulata in modo “pericolosamente” sbagliato perché descrive l’abbandono dei cani come se fosse un’abitudine consolidata e la mette sullo stesso piano di un fatto abitudinario come se potesse paragonarsi all’abitudine di andare in vacanza. L’errore sta nel modo di formulare la frase che, certo involontariamente, parla di questo disdicevole comportamento come di un’abitudine quasi considerandola come un vezzo. Si sarebbe dovuto stigmatizzare con parole meno accomodanti, anche tenendo conto che la natura stessa di PIF è talmente mite, di basso profilo e moderata nel linguaggio che le sue parole si recepiscono non come una condanna e un conseguente invito ad agire, ma come un fatto... read more

Siete animali? Telefonia e vari altri servizi o prodotti.

Da tempo si assiste ad un pullulare di testimonial animali (molti nella telefonia). Spot condotti da cani, foche, orsi, pinguini, galline, rane… che dovrebbero convincermi a scegliere quel prodotto o servizio…. strategie incomprensibili (che se ammiccano a qualcuno sembra potersi dire appartenere ad un target demente) che denunciano solo mancanza di “fiducia nelle qualità delle persone” di chi le pensa e di chi le approva. Producono forse qualche sentimento di simpatia, ma fa trasparire poco o scarso spessore dell’azienda nel rispetto dell’intelligenza propria o, peggio, del proprio target. Il pubblico non è... read more

Prodotto ZIG ZAG: Azienda Deisa Ebano

SPOT di un insetticida: di questo prodotto viene indicato una sorta di pay-off che cita “Uomini, specie protetta”. Comprensibile l’intento comunicativo, ma la scarsa attenzione alla ricerca dei significati delle parole trasforma il generico termine UOMO, con cui si intende indicare il genere umano, in un incauto plurale che assume un altro significato, diventa un’altra cosa e rischia di ingenerare “rivolte” di... read more

La garanzia di un grande professionista al vostro servizio

Pietro Greppi

ADjust advisor

Pietro Greppi

Trent’anni di esperienza nei rapporti di consulenza per la comunicazione mi consentono di fornire sempre un importante supporto a realtà di ogni dimensione.

Le aziende con le quali entro in contatto come advisor ricevono importanti informazioni e osservazioni oggettive, una sorta di check-up, sugli effetti collaterali di quanto esse fanno o han fatto fino a quel momento in termini di comunicazione, sia nei contenuti sia nelle modalità o strategie adottate.

Una modalità di approccio che ho chiamato ADjust.
Un intervento che si traduce in un contributo, dell’ampiezza desiderata per fare in modo che i risultati ricercati dall’azienda giungano attraverso l’uso consapevole di quel forte acceleratore di consensi e di crescita che sono il marketing e la comunicazione.

Leggi il profilo completo di Pietro Greppi

Organizza il check up della tua azienda

richiedi un contatto